Nuovo Prezzi ridotti! Glice-Fort - 30 cpr
  • glutenfree
  • tnpharma
  • tn33
TN Pharma

Glice-Fort - 30 cpr

TNP0039

Codice AIC: TNP0039

TN Pharma Glice-Fort - 30 cpr, integratore alimentare a base di estratti vegetali e Cromo, per il controllo dei livelli di glucosio nel sangue. GLUTEN FREE

Tempo di consegna: 1-3 giorni

9,90 € tasse incl.

-7,00 €

16,90 € tasse incl.

SPEDIZIONE GRATUITA

Spedizione Gratuita in Italia per ordini dai 49€. Corriere espresso 24/48 ore.

PAGAMENTI SICURI

Pagamenti certificati e sicuri al 100%, grazie a partnership consolidate con i maggiori Merchant al mondo.

Chiedi agli esperti

PER IL METABOLISMO DEI MACRONUTRIENTI

TN Pharma Glice-Fort - 30 cpr

Che cos'è e a cosa serve TN Pharma Glice-Fort - 30 cpr?

Secondo l’OMS l iperglicemia rappresenta, dopo ipertensione e tabagismo, il terzo fattore di rischio più importante per mortalità precoce.

L’iperglicemia è generata dal diabete, una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue e dovuta a un’alterata quantità o funzione dell’insulina. L’insulina è l’ormone, prodotto dal pancreas, che consente al glucosio l’ingresso nelle cellule e il suo conseguente utilizzo come fonte energetica. Quando questo meccanismo è alterato, il glucosio si accumula nel circolo sanguigno.

Esistono diversi tipi di diagnosi di diabete:

  • DIABETE DI TIPO 1: Riguarda circa il 10% delle persone con diabete e in genere insorge nell’infanzia o nell’adolescenza. Nel diabete tipo 1, il pancreas non produce insulina a causa della distruzione delle cellule ß che producono questo ormone: è quindi necessario che essa venga iniettata ogni giorno e per tutta la vita.
  • DIABETE DI TIPO 2: È la forma più comune di diabete e rappresenta circa il 90% dei casi di questa malattia. In questo tipo di diabete il pancreas è in grado di produrre insulina, ma le cellule dell’organismo non riescono poi a utilizzarla. In genere, la malattia si manifesta dopo i 30-40 anni e numerosi fattori di rischio sono stati riconosciuti associarsi alla sua insorgenza: la familiarità per diabete, lo scarso esercizio fisico, il sovrappeso e l’appartenenza ad alcune etnie. Il diabete tipo 2 in genere non viene diagnosticato per molti anni in quanto l iperglicemia si sviluppa gradualmente e inizialmente non è di grado severo al punto da dare i classici sintomi del diabete. Solitamente la diagnosi avviene casualmente o in concomitanza con una situazione di stress fisico come un’infezione o interventi chirurgici. Il rischio di sviluppare la malattia aumenta con l’età, con la presenza di obesità e con la mancanza di attività fisica: questa osservazione consente di attuare strategie di prevenzione “primaria” in grado di prevenire l’insorgenza della malattia come ad esempio l’applicazione di uno stile di vita adeguato, che comprenda gli aspetti nutrizionali e l’esercizio fisico.
  • DIABETE GESTAZIONALE: elevato livello di glucosio circolante per la prima volta in gravidanza. Questa condizione si verifica nel 4% circa delle gravidanze. La definizione prescinde dal tipo di trattamento utilizzato, che sia solo dietetico o che sia necessaria l’insulina e implica una maggiore frequenza di controlli per la gravida e per il feto; in genere scompare dopo la gravidanza stessa.

La sintomatologia dipende dal tipo di diabete: nel caso del diabete tipo 1 di solito si assiste a un esordio acuto, con sete (polidipsia), aumentata quantità di urine (poliuria), sensazione di stanchezza (astenia), perdita di peso, pelle secca, aumentata frequenza di infezioni.

Nel diabete tipo 2, invece, la sintomatologia è più sfumata e solitamente non consente una diagnosi rapida, per cui spesso la glicemia è elevata ma senza i segni clinici del diabete tipo 1.

Il diabete può determinare complicanze acute o croniche. Le complicanze acute sono più frequenti nel diabete tipo 1 e la più frequente è la chetoacidosi, dovuta ad accumulo di prodotti del metabolismo alterato, i chetoni, che causa perdita di coscienza, disidratazione e gravi alterazioni ematiche.

Nel diabete tipo 2 le complicanze acute sono piuttosto rare, mentre sono molto frequenti le complicanze croniche che riguardano diversi organi e tessuti, tra cui gli occhi, i reni, il cuore, i vasi sanguigni e i nervi periferici.

Poiché, come abbiamo detto, la forma di diabete più diffusa è il tipo 2, e la sua insorgenza non avviene rapidamente, ci sono delle abitudini che è bene acquisire per evitarne lo sviluppo. La terapia migliore, quindi, ha come cardine l’attuazione di uno stile di vita sano, una dieta equilibrata, il raggiungimento del peso forma, l’attività fisica e l’astensione dal fumo con l’obiettivo di ridurre il rischio di complicanze del diabete e di malattie cardiovascolari attraverso il mantenimento di valori di glucosio e lipidi plasmatici e dei valori normali della pressione arteriosa.

Proprio in questo step può risultare di grande aiuto assumere degli integratori alimentari che mantengano bassi i livelli di glucosio ematico.

A tal proposito il Team Ricerca e Sviluppo TN Pharma ha sviluppato GLICE-FORT un integratore alimentare progettato proprio per aiutare a controllare i valori di glucosio nel sangue.

Vediamo insieme da cosa è composto:

 

CURCUSHINE™ MICROCAPSULES

Un ingrediente di nuovissima concezione, fonte di curcumina biodisponibile e microincapsulata.

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, la curcumina è in grado di modulare l’attività di proteine chiave del processo di produzione di insulina a livello del pancreas ma anche di ridurre il danno al pancreas causato dal malfunzionamento delle cellule beta (le cellule pancreatiche che secernono insulina). Inoltre, la curcumina, ha proprietà antiossidanti poiché è in grado di difendere l’organismo dai danni dello stress ossidativo che porta alla formazione di molecole pro-infiammatorie le quali contribuiscono allo sviluppo del diabete.

A livello cellulare la curcumina interagisce con specifiche proteine modulandone l’azione e, in particolare, sopprime l’attività di molecole infiammatorie. Allo stesso tempo, interferendo in varie vie metaboliche, è in grado di contrastare l’iperglicemia, l’iperlipidemia, l’obesità e tutto ciò che è legato ai processi infiammatori dell’organismo.
Il rosmarino utilizzato in questo speciale preparato contiene sostanze benefiche per la salute e per il diabete di tipo 2. Secondo un recente studio i polifenoli e i flavonoidi contenuti nel rosmarino sono in grado di inibire alcuni enzimi, che giocano un ruolo chiave nella secrezione dell’insulina.

Ha potenti proprietà antiossidanti e quindi utile per combattere l’infiammazione e i processi di aterosclerosi (responsabili della formazione di placche o ateromi nei vasi sanguigni) favorendo una migliore circolazione sanguigna.

Al valore biologico intrinseco dei componenti di Curcushine Microcapsules, si affianca il valore tecnologico con cui è stata realizzata la materia prima: grazie alla microincapsulazione, infatti, mostra un profilo farmacocinetico di lento rilascio di curcumina che si traduce in una biodisponibilità maggiore. Tutto ciò permette un maggiore assorbimento di curcumina, una maggiore protezione dallo stress ossidativo e una maggiore solubilità in ambiente acquoso che facilita l’assorbimento della stessa.

PROCYNCI®

Si tratta di un estratto di cannella standardizzato in polifenoli e procianidine.

La cannella è una delle spezie più largamente utilizzata in pasticceria, ma, già in antichità, si conoscevano le sue proprietà antiinfiammatoria, neuroprotettiva e gastroprotettiva.

Alcuni studi recenti, però, hanno portato alla luce anche le sue caratteristiche ipoglicemizzanti e, sfruttando questi studi, abbiamo scelto Procynci®, particolarissimo ingrediente che:

  • modula i picchi glicemici post-prandiali, inibendo gli enzimi amilasi e glucosidasi; 
  • tre volte più efficace degli estratti di cannella standard, aiuta nel pre-diabete e nella sindrome metabolica; 
  • coadiuvante nella perdita di peso.

Proprio perché è sempre stata utilizzata come spezia, oltre che come rimedio naturale, è chiaro che ci sia una grande varietà di estratti di cannella; la particolarità di Procynci® sta soprattutto nel fatto che il sistema di estrazione dei principi attivi contenuti non è fatto solo in acqua, ma in acqua/etanolo (che poi vengono allontanati). Questo sistema consente di allontanare la quantità di cumarine (nocive e vietate) presenti nei normali estratti e di ottenere un titolo più elevato di polifenoli e procianidine con il risultato di apportare un effetto più intenso anche a dosi più basse.

Si è visto che questo ingrediente è in grado di abbassare i livelli di glucosio nel sangue attraverso vari meccanismi. Innanzitutto va ad agire sui recettori dell’insulina presenti sulle cellule facendo in modo che l’insulina riporti il glucosio nelle cellule sottraendolo al sangue circolante. Allo stesso tempo, la cannella, stimola la sintesi di molecole trasportatrici di glucosio e modula il metabolismo del glucosio epatico attraverso la sintesi di alcuni enzimi. Inoltre, contrasta il diabete perché contribuisce a ridurre i livelli ematici di colesterolo e trigliceridi spesso associati con tale patologia.

NEOPUNTIA™ Organic

NeOpuntia™ è un particolare estratto da foglie del fico d'india (Opuntia ficus-indica) disidratate secondo un processo brevettato. Il componente principale di NeOpuntia™ è la fibra alimentare di cactus (> 35%), ma ci sono anche altri costituenti come zuccheri solubili, proteine, lipidi e minerali (principalmente calcio, potassio e magnesio). Questo attivo inoltre è

  • organico
  • completamente di origine vegetale
  • a sviluppo ecosostenibile.

NeOpuntia™ rallenta l'assorbimento di glucidi e lipidi alimentari, quindi giova soprattutto a diabetici, iperlipidemici ed obesi. Alcuni studi condotti su animali sono stati in grado di confermare le proprietà ipoglicemizzanti e ipocolesterolemizzanti tradizionalmente ascritte alla pianta.

Sono stati condotti degli studi sia su dei topolini da laboratorio che su delle persone volontarie affette da diabete di tipo 2.
Dagli esperimenti si è osservato che l’iperglicemia post-prandiale dei soggetti sani veniva attenuata più della riduzione dei valori di glicemica da digiuno nei soggetti diabetici. In questi ultimi il potere ipoglicemizzante si è dimostrato discreto e, nei casi in cui i volontari non fossero insulino dipendenti, addirittura ottimo.

Probabilmente il merito è da attribuire alle fibre presenti nella polpa della foglia: pectine varie, cellulosa ed emicellulosa, che potrebbero in qualche modo interferire con l’assorbimento del glucosio. Effetto potenziato probabilmente dall’enzima glucosio 6-fosfato-isomerasi, presente in quantità apprezzabili nel fico d’india.

Infine, un altro studio condotto in vivo ha messo in luce le interessanti proprietà antivirali degli estratti di opuntia. L'azione antivirale sembra essere esercitata nei confronti di una grande varietà di virus, sia a DNA che a RNA.

I suoi effetti, in particolare, possono essere:

  • Modulazione della glicemia
  • Bilanciamento dei lipidi nel sangue in particolare innalzamento dei livelli di colesterolo HDL

 

GYMNEMA SILVESTRE

La Gymnema sylvestre (Asclepiadaceae) è una specie perenne, a crescita lenta, originaria dell’India. Le sue foglie, chiamate “Gurmar” in India, sono utilizzate per il trattamento del diabete mellito, proprietà che deriva dalla presenza, in questa pianta, di fitocostituenti chiamati acidi gymnemici, appartenenti al gruppo delle saponine triterpeniche.

Si ritiene che gli acidi gymnemici abbiano la capacità di ritardare l’assorbimento di glucosio nel sangue in vari modi. Innanzitutto, il loro riarrangiamento molecolare nello spazio è simile a quello del glucosio quindi si legano ai recettori presenti sulle papille gustative inibendo la loro attivazione da parte delle molecole di glucosio che ingeriamo con il cibo, rallentando così il desiderio di zucchero; allo stesso modo accade nell’intestino queste molecole saturano i recettori per il glucosio, riducendo, di fatto, l’assorbimento del glucosio stesso.

Ci sono alcuni possibili meccanismi attraverso i quali la Gymnema esercita la sua azione ipoglicemizzante:

  • Aumenta la secrezione di insulina;
  • Favorisce la rigenerazione delle cellule delle isole di Langerhans pancreatiche;
  •  Aumenta l'utilizzo del glucosio, aumenta l’attività della fosforilasi, diminuisce la gluconeogenesi;
  • Provoca l'inibizione dell'assorbimento del glucosio dall'intestino.

 

BANABA

Per questo estratto alcune ricerche cliniche hanno confermato scientificamente quanto tramandato dalla tradizione popolare, dimostrando un'azione ipoglicemizzante sull'uomo dell'estratto delle foglie di Banaba.
Il principio attivo a cui vengono attribuite tali proprietà ipoglicemizzanti è l'acido corosolico, che rivela un meccanismo d'azione insulino-simile, attivo anche per somministrazione orale, che favorisce l'utilizzo del glucosio da parte delle cellule, tanto da far attribuire il nome di fito-insulina all'acido corosolico stesso.


Naturalmente, condizione essenziale perché l'azione dell'acido corosolico sia efficace e sufficiente, è lo stile di vita che, se troppo squilibrato, vanificherebbe gli effetti terapeutici riconosciuti alla Banaba. Si suppone inoltre che si instauri un meccanismo definito "effetto memoria", che consentirebbe all'organismo di beneficiare dell'azione ipoglicemizzante anche a distanza di un mese dalla sospensione dell’assunzione, la quale comunque può essere ripetuta periodicamente per un tempo più o meno lungo, a seconda della situazione di partenza.
E' importante rilevare che le fluttuazioni dei livelli di zucchero nel sangue stimolano la fame e il desiderio di cibo, specie di dolci, per cui regolando i livelli glicemici si può ipotizzare un miglior controllo dell'alimentazione, che risulterà utile anche per promuovere la perdita di peso.


Contestualmente alla riduzione della glicemia, l'acido corosolico inibisce la differenziazione degli adipociti (le cellule nel cui citoplasma si deposita il grasso, e che vanno a formare il tessuto adiposo), costituendo un ulteriore aiuto per combattere il sovrappeso.


Possiamo concludere dicendo che la Banaba trova il suo utilizzo di elezione per il controllo del tasso glicemico nel sangue, che si è rivelata utile anche per combattere l'obesità e il sovrappeso, e per contrastare la fame nervosa dovuta a fluttuazione della glicemia, nonché per migliorare l'assetto lipidico generale.

 

ZAFFERANO

Viene comunemente utilizzato in cucina come spezia ma contiene numerosi principi attivi che ne determinano un effetto salutare importante: ad esempio risulta utile per il trattamento dei disturbi legati alla glicemia. Il miglioramento del profilo glicemico da parte dello zafferano all'interno di questo integratore per l iperglicemia può prevenire le complicanze del diabete attraverso l’inibizione di percorsi molecolari dell’iperglicemia.

Lo zafferano abbassa significativamente i livelli plasmatici di glucosio e insulina e migliora il profilo glicemico nel siero attraverso diverse vie metaboliche: in primo luogo nelle cellule muscolari e negli adipociti agisce promuovendo l’attività del trasportatore di glucosio GLUT4 (glucotrasportatore 4), facilitando la riduzione dei livelli plasmatici di glucosio, che viene trasferito dal torrente circolatorio all’interno della cellula. Qui può essere utilizzato come fonte energetica o trasformato in grasso. Le attività dello zafferano non finiscono qui:

  • Migliora la risposta all’insulina.
  • Down regulation di adiponectina e TNF-α.
  • Riduce i livelli di acidi grassi liberi e trigliceridi.
  • Migliora e previene lo stress ossidativo.
  • Previene inoltre i processi infiammatori coinvolti nella resistenza all’insulina.

C’è da considerare anche la prevenzione del danno delle cellule beta del pancreas (produttrici di insulina) attraverso l’inibizione di percorsi biochimici che provocano stress ossidativo e infiammazione e la soppressione del danno alle cellule β caspasi-dipendente. Inoltre lo zafferano protegge dallo stress ossidativo mediante il potenziamento di elementi antiossidanti e la neutralizzazione dei radicali liberi.

Ad innalzare ulteriormente l’efficacia di questo prodotto si aggiungono anche l’estratto di GELSO BIANCO ed il CROMO che mantengono nella norma i livelli di glucosio ematico per cui risultano utili sia nei casi di prediabete sia in quelli di diabete conclamato.

In conclusione GLICE-FORT nasce come un potente alleato che deve essere d'aiuto per contrastare l’innalzamento incontrollato dei livelli di glucosio nel sangue affiancandosi ad una terapia medica o, in casi più lievi, come strumento d’elezione per il controllo glicemico.

L’elevata innovazione tecnologica delle materie prime contenute avvalora la sicurezza del prodotto che, per consentirne l'assunzione anche da parte di soggetti intolleranti al glutine, può vantare di essere certificato GLUTEN FREE.

 

 

 

La tua opinione

Glice-Fort - 30 cpr

Glice-Fort - 30 cpr

TN Pharma Glice-Fort - 30 cpr, integratore alimentare a base di estratti vegetali e Cromo, per il controllo dei livelli di glucosio nel sangue. GLUTEN FREE

Tabella nutrizionale
26 g 
TN Pharma
Dosi per confezione: 30 cpr Dose: 1 dose (2 compresse)
ComponenteQuantità% VNR
Valori nutrizionali per 2 compresse
Fico d'India NeOpuntia™ Organic300 mg
Cannella e.s. ProcynCi®250 mg
di cui Polifenoli100 mg
Gelso bianco200 mg
di cui DNJ2 mg
Curcushine™ Microcapsules 100 mg
di cui Curcumina25 mg
Gynema e.s.100 mg
di cui acido gymnemico25 mg
Banaba e.s.100 mg
di cui acido corosolico1 mg
Zafferano e.s.30 mg
di cui safranale90 μg
* Le Razioni Giornaliere Raccomandate sono calcolate sulla base di una dieta da 2000 kcal o 8400 kJ. Il proprio fabbisogno giornaliero può variare a seconda del sesso, dell'età e dell'attività fisica svolta.
Ingredienti: Agente di Carica: Cellulosa Microcristallina; NeOpuntia™ Organic (Opuntia ficus-indica (L.) Mill.) Cladodi Polvere; ProcynCi® (Cinnamomum zeylanicum Blume, Corteccia) e.s. tit 30% Procianidine; Gelso Bianco (Morus alba L, Foglie) e.s. tit 1% DNJ (Deoxinojirimicina); Curcushine™ Microcapsules (Whey Protein, Curcumin, Maltodextrin, Rosemary Extract, and Ascorbic Acid); Gymnema (Gymnema sylvestre (Retz) R.Br., Foglia) e.s. tit 25% Ac. Gymnemico; Banaba (Lagerstroemia speciosa (L.) Pers, Foglie) e.s. tit 1% Ac Corosolico; Zafferano (Crocus sativus L., Stigmi) e.s. tit 0,3% Safranale; Antiagglomeranti: Sali di Magnesio degli Acidi Grassi, Biossido di Silicio; Cromo Picolinato.
Istruzioni: Si consiglia l'assunzione di due compresse al giorno.
Avvertenze: Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. In caso di alterazioni della funzione epatica, biliare o di calcolosi delle vie biliari, l'uso del prodotto è sconsigliato. Se si stanno assumendo farmaci, è opportuno sentire il parere del medico.
Chiedi agli esperti

Ti potrebbero interessare

Ministero della Salute

Questo sito è autorizzato dal ministero della salute alla vendita di farmaci senza obbligo di ricetta

Sito autorizzato